Costume per lo Spettacolo (biennio)

Il programma del corso analizzerà la Storia del costume dal XVIII secolo al Romanticismo affrontando uno studio ragionato sull’evoluzione delle fogge con fondamenti psicologici e sociologici che stanno alla base del vestire. Tutto ciò verrà supportato dall’analisi di tessuti , accessori e complementi necessari per poter apprendere tali mutamenti. Parte integrante del programma sarà lo studio delle tecniche sartoriali dei cambiamenti di stile delle fogge abbigliamentarie nel corso dei secoli attraverso la produzione di bozzetti di riferimento iconografico e l’analisi di planimetrie originali.

La docente fornirà in aggiunta materiale iconografico, dispense specifiche, materiale video e bibliografia attinente in previsione dell'esame finale. Molto più approfonditamente si analizzerà solo una parte del XVIII secolo e dunque più specificamente, gli anni di regno dell’ ultimo sovrano francese: Luigi XVI. La moda di quegli anni vivrà una stagione molto densa e ricca di mutamenti; turbinosa, piena di eccessi, capricci e stravaganze stroncate poi dalla lama tagliente della Rivoluzione, per poi risvegliarsi nuovamente con l’Impero ed assopirsi durante i travagli del Romanticismo. Lo studio si concentrerà sull’evoluzione delle fogge abbigliamentarie maschili e femminili, sulla tecnica sartoriale e su cartamodelli originali che vedranno un'innovazione continua diffusa da molteplici giornali di moda con continue pubblicazioni di figurini esaustivi e dettagliatissimi accessori. Durante il corso è previsto un seminario di trucco e acconciatura teatrale.

Una parte fondamentale del programma si concentrerà sulla progettazione di uno spettacolo: analisi del testo, ricerca iconografica e produzione dei bozzetti per i costumi, studio del trucco e degli accessori.

 

OPERE SCELTE:

- “L’ITALIANA IN ALGERI” DI GIOACCHINO ROSSINI, libretto di Angelo Anelli, 1813

- “IL BARBIERE DI SIVIGLIA” DI GIOACCHINO ROSSINI, libretto di Cesare Sterbini, 1816

- “LE CONVENIENZE ED INCONVENIENZE TEATRALI” di GAETANO DONIZETTI libretto di Domenico Gilardoni, 1827

- “TOSCA” di GIACOMO PUCCINI libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, 1900

 

Sono previste lezioni di tintura, creazioni di materie e gioiello saldato. L’allievo per la preparazione dell’esame focalizzerà l’attenzione su un particolare argomento affrontato dall’insegnante durante il ciclo delle lezioni: abbigliamento femminile o maschile, tessuti, sottostrutture e biancheria, scarpe, parrucche, accessori o gioielli, approfondendolo con una precisa ricerca iconografica ossia una documentazione visiva copia da originali ( pittura, scultura, incisioni....) e schizzi di studio raccolti in un book. Un book o raccolta supplementare per la progettazione di costumi con relativi campioni e materiale fotografico.

Costume per lo Spettacolo (biennio)
Informazioni
  • Docente: Anita Lamanna
  • Scuola: Scenografia
  • Tipologia: Diploma Accademico di Secondo Livello
  • Ore: 80TL
  • Crediti Formativi: 6
  • Settore: ABPR32
Allegati