Anita Lamanna

Si laurea a pieni voti in Scenografia presso l’Accademia di belle Arti di Carrara, vince una borsa di studio per la specializzazione biennale costumisti e scenografi realizzatori presso il Teatro alla Scala di Milano. Riceve il titolo di Costumista e scenografa realizzatrice certificato dal Teatro alla Scala di Milano.

Firma i costumi per Les pecheur des perles regia di Paolo Bosisio al Abay Theatre di Almaty in Kazakistan, Gianni Schicchi regia Luca Ferraris, Dido and Aeneas regia Franco Ripa di Meana, La Locandiera, Ugo, Conte di Parigi regia di G. de Monticelli, Agenzia Matrimoniale regia L. Martinez, La Traviata regia di Marina Bianchi, Rigoletto e La Traviata con la regia di Leo Nucci, per il cortometraggio Embrace-me regia P.Poggi, per il telefim Tre ragazzi a Milano, regia Krassimir Ivanov. Progetta e realizza costumi per i balletti Coppelia, Mascherata e Variegato Opera per il Teatro alla Scala di Milano. Costumista collaboratore per le produzioni scaligere: La bella addormentata, Otello, Il barbiere di Siviglia, Iphigenie en Aulide, Italiana in Algeri, I due Foscari.

E’ costumista realizzatrice per Norma regia di Daniele Abbado costumi di Nana’ Cecchi, Mine Ha-ha regia Marina Bianchi, Oedipus Rex regia di Roberto Ando’, Aida regia Franco Zeffirelli e costumi di Maurizio Millenotti per il Teatro alla Scala di Milano. Assistente ai costumi per Trachinie regia di Walter Pagliaro costumi Gianni Carluccio, per Iphigénie en Aulide regia Yannis Kokkos teatro alla scala di Milano. E’ assistente Direttore di Sartoria del Teatro Carlo Felice di Genova. Ha lavorato per i teatri: Teatro alla Scala di Milano, Teatro degli Arcimboldi di Milano, Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro Regio di Parma, Teatro Regio di Torino, Teatro Greco di Siracusa, Teatro Donizetti di Bergamo, Piccolo Teatro di Milano, Teatro Bellini di Catania, Teatro Metastasio di Prato, Teatro Comunale di Alessandria, Teatro Sociale di Cremona, Teatro Aurora di Empoli, Teatro Chiabrera di Savona, Teatro civico di La Spezia.

E’ autrice del libro Beltà e apparenza: l’essere e l’apparire femminile tra il 1850 e il 1912 Eidon Edizioni Genova, 2012 Ha insegnato alla Facoltà di Lettere e Filosofia di Firenze corso di Cultura e Stilismo della Moda, e al Biennio Specialistico in Costume e Haute Couture dell’Accademia di Belle Arti di Firenze.

E’ Docente di Costume per lo Spettacolo all’Accademia di Belle Arti di Carrara. Riceve la qualifica di “esperto del settore” dalla Regione Toscana.