Top
Celebrazione dei 250 anni dalla Fondazione

Cerchi qualcosa di specifico? fai una ricerca nel sito usando il box ricerca qua sotto

All'Accademia di Belle Arti di Carrara il premio Nazionale delle Arti 2019 per la sezione Arti Grafiche

Lo studente vincitore è Simeon Llicer Ferri, allievo del Biennio di Grafica d’Arte
All'Accademia di Belle Arti di Carrara il premio Nazionale delle Arti 2019 per la sezione Arti Grafiche

Pubblicato il 15 October 2019 da redazione

In una Torino animata dalla creatività giovanile in tutte le sue declinazioni, si è svolta ieri nello sfarzoso Teatro Carignano, nel “salotto buono”  della città, la cerimonia di consegna del Premio Nazionale delle Arti, organizzato dall’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino giunto quest’anno alla quattordicesima edizione.

Sul palco, tra i vincitori, anche uno studente dell’Accademia di Belle Arti di Carrara, lo spagnolo Simeon Llicer Ferri, allievo del Biennio di Grafica d’Arte, che si è aggiudicato il premio per la sezione di Arti Grafiche. A decretare i vincitori è stata una giuria rappresentata da altissime personalità del mondo delle arti, presieduta da Carolyn Christov-Bakargiev, direttore del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, e composta da Beatrice Merz, direttore della Fondazione Merz, Sergio Toffetti, presidente del Museo Nazionale del Cinema, Irene Dionisio, regista e Piero Gilardi, artista e fondatore del PAV, Parco d’Arte Vivente.

Simeon, giunto a Torino accompagnato dal Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Carrara Luciano Massari e dalle docenti di Grafica d’Arte Silvia Papucci e Irene Podgornik, ha ricevuto il premio dalla Dottoressa Maria Letizia Melina, Direttore Generale del MIUR per lo studente, lo sviluppo e l’internazionalizzazione della formazione superiore,  da Paola Gribaudo, Presidente dell’Accademia Albertina e da  Salvo Bitonti, Direttore dell’Accademia Albertina, presentato dall’attrice Mita Medici che ha condotto la serata. E’ stata una cerimonia emozionante per lo studente e anche per i numerosi suoi “colleghi” giunti da Carrara per festeggiarlo. Visibilmente commossi i genitori, arrivati dalla Spagna e raggiunti da questa bella sorpresa.

“Simeon - spiega il direttore Luciano Massari - è arrivato a Carrara in Accademia con una borsa di studio Erasmus, poi ha deciso di fermarsi e continuare gli studi  presso di noi iscrivendosi alla Scuola di Grafica, a conferma dell’attrattiva che la nostra accademia esercita a livello internazionale.  Questo premio è per noi un momento di autentica felicità perché coinvolge tutte le Accademie e le scuole d’arte italiane, è una vetrina dei migliori studenti per realtà che hanno come scopo la formazione dei professionisti delle arti di domani.
Nel fare i complimenti a Simeon e alle sue docenti, non posso fare a meno di ricordare che quest’anno ha visto l’affermazione dei  nostri studenti in varie occasioni, tra premi e mostre, a conferma di un’efficacia didattica portata avanti con grande professionalità dai nostri docenti.”

L’opera con cui Simeon Llicer Ferri ha vinto è un lavoro raffinato e si intitola Cadenza d'inganno, risultato di una tecnica ricercata, fatta con stampa alta e stampa a secco di matrici sagomate a mano, stampate su carta e concertate da elementi di marmo. L’opera resterà in mostra presso la Pinacoteca dell’Accademia Albertina di Torino fino al 17 ottobre.

Nelle foto: Un momento della premiazione; Simeon Llicer Ferri con il Direttore Luciano Massari, la prof. Silvia Papucci e sullo sfondo l'opera vincitrice; alcuni dettagli di Cadenza d'inganno.