Top

Cerchi qualcosa di specifico? fai una ricerca nel sito usando il box ricerca qua sotto

Michele DANTINI: Storia dell’arte e storia civile. Il Novecento in Italia

Giovedì 26 maggio 2022 alle ore 16.00 per I racconti dell'arte
Michele DANTINI: Storia dell’arte e storia civile. Il Novecento in Italia

Pubblicato il 24 May 2022 da redazione

Si terrà giovedì 26 maggio alle ore 16.00, per il ciclo 2021 - 2022 dei Racconti dell'arte, la presentazione del libro “Storia dell’arte e storia civile. Il Novecento in Italia”, di Michele DANTINI. L'incontro, moderato da Gerardo de Simone, vedrà la partecipazione di Elisa Bassetto, Annamaria Ducci e Emanuele Pellegrini, e avrà luogo nell'Aula Magna dell'Accademia di Belle Arti di Carrara e online su Google Meet, aperto agli studenti e al pubblico. Indirizzo per il collegamento: meet.google.com/bhg-wmnf-nov

In un testo che intreccia storia dell’arte a letteratura e pensiero politico e religioso, Dantini prova a tenere insieme le due metà del secolo – pur divise tra loro da laceranti cesure istituzionali e culturali – e suggerisce una nuova cornice agli studi sul Novecento in Italia.

Un’«archeologia del presente» dedicata al Novecento italiano in tutta la sua inquietudine e complessità. Un libro che attraverso il prisma di contrapposizioni insieme artistiche, politiche e religiose, indaga il problema della difficile sopravvivenza della cultura italiana dopo la prima e la Seconda Guerra mondiale; e i rapporti tra «nazione politica» e «nazione culturale», laicismo e Chiesa. Sfilano qui artisti, scrittori, critici di orientamento ideologico diverso, da Berenson a de Chirico, da Gobetti a Persico, da Carlo Levi a Pasolini a de Martino, da Burri, infine, a Fontana e Carla Lonzi, accomunati però da un’esperienza ambivalente della storia e dall’interesse per l’eredità cristiana. La ricerca si muove così su territori inesplorati: non l’arte sacra di tradizione, ma il primo e secondo Novecento, nel cuore di quel laboratorio artistico, politico e sociale che chiamiamo «modernità».

Michele Dantini insegna Storia dell’arte contemporanea all’Università per Stranieri di Perugia ed è visiting professor alla Scuola Alti Studi di Lucca. Responsabile di progetti di ricerca nazionali e internazionali dedicati ai temi dell’arte italiana postbellica, è oggi nel comitato scientifico di Ogr Torino. Tra le sue pubblicazioni più recenti: Geopolitiche dell’arte. Arte e critica d’arte italiana nel contesto internazionale (Christian Marinotti, 2012); Macchina e stella. Tre studi su arte, storia dell’arte e clandestinità: Duchamp, Johns, Boetti (Johan & Levi, 2014); Arte italiana postbellica (con L. Conte, Ets, 2016). Per la Donzelli editore ha pubblicato Arte e sfera pubblica. Il ruolo critico delle discipline umanistiche (2016) e Arte e politica in Italia. Tra fascismo e Repubblica (2018). I suoi libri sono tradotti negli Stati Uniti, in Francia, Spagna, Polonia e altri paesi.

Immagine di copertina: Carlo Levi, Lucania 61, dettaglio. Courtesy Wikimedia Commons