Top

Cerchi qualcosa di specifico? fai una ricerca nel sito usando il box ricerca qua sotto

Michele BACCI: L'universo visivo dell'antica Rus'

Martedì 7 giugno 2022 alle ore 11.00 per I racconti dell'arte
Michele BACCI: L'universo visivo dell'antica Rus'

Pubblicato il 03 June 2022 da redazione

Si terrà martedì 7 giugno 2022 alle ore 11.00, per il ciclo 2021 - 2022 dei Racconti dell'arte, la conferenza “L'universo visivo dell'antica Rus'”, di Michele BACCI. L'incontro, moderato da Gerardo de Simone, avrà luogo nell'Aula Marmi dell'Accademia di Belle Arti di Carrara e online su Google Meet, aperto agli studenti e al pubblico. Indirizzo per il collegamento: meet.google.com/zpw-gvhi-hjg.

Nell'intervento, Bacci propone un percorso attraverso le arti sviluppate nel Medioevo nei territori dell'antica Rus', corrispondenti in parte ai territori delle attuali Ucraina, Bielorussia e Confederazione russa. In particolare, verrà posto l'accento sulle molteplici interazioni interculturali di cui i monumenti conservati sino ai nostri giorni dànno testimonianza.

Michele Bacci, professore ordinario di Storia dell’arte medievale presso l’Università di Friburgo (Svizzera), si è dedicato all’analisi delle dinamiche di interazione culturale e artistica tra Bisanzio, l’Europa occidentale e i mondi dell’Islam nel Medioevo e alla storia delle pratiche religiose associate con immagini, oggetti di culto e luoghi santi. I risultati del suo lavoro sono stati pubblicati, in particolare, in una serie di volumi monografici, segnatamente: Il pennello dell’Evangelista (1998), Pro remedio animae (2000), Investimenti per l’aldilà (2003), Lo spazio dell’anima (2005), San Nicola. Il Grande Taumaturgo (2009), The Many Faces of Christ (2014) e The Mystic Cave. A History of the Nativity Church in Bethlehem (2017). Nel 2021 è uscita, per i tipi dell’Accademia di Atene, la pubblicazione del volume Interazioni artistiche veneto-bizantine (1280-1450), in lingua neogreca. Dal 2003 è co-direttore della rivista Iconographica; dal 2010 è membro del team internazionale incaricato dall’Autorità palestinese dello studio e del restauro della Basilica della Natività a Betlemme, e dal 2012 partecipa al programma di recupero delle chiese medievali di Famagosta, promosso dall’Università tecnica Nanyang di Singapore e dal World Heritage Found. Ha coordinato diversi progetti di ricerca finanziati dal Fondo nazionale svizzero (Von Venedig zum Heiligen Land, dedicato alle forme di percezione e mise-en-scène di nuovi loca sancta lungo le vie di navigazione verso la Terrasanta nel tardo Medioevo; Royal Epiphanies, relativo al modo in cui i sovrani dell’Europa mediterranea costruirono il proprio aspetto fisico tra XII e XIV secolo; Cultural Interactions in the Medieval Subcaucasian Region, sulle interazioni artistiche medievali tra Georgia, Armenia e mondo islamico). Michele Bacci è membro onorario della Società di archeologia cristiana di Atene e membro ordinario dell’Academia Europaea. Nell’ottobre 2017 la Bibliotheca Hertziana/Max-Planck-Gesellschaft di Roma gli ha conferito il premio Hanno und Ilse Hahn per studi d’eccellenza nell’ambito della storia dell’arte italiana.


Nell'immagine: Nave funeraria di un condottiero rus' come descritta dal viaggiatore arabo Ahmad ibn Fadlan che visitò la Rus' di Kiev nel X secolo. Henryk Siemiradzki (1883). Courtesy Wikimedia Commons