Top
Celebrazione dei 250 anni dalla Fondazione

Cerchi qualcosa di specifico? fai una ricerca nel sito usando il box ricerca qua sotto

Cloud Workers: “NOT. Essere la catastrofe”

Il 3 aprile l’incontro con Valerio Mattioli, autore, editor di NERO e co-curatore della collana Not
Cloud Workers: “NOT. Essere la catastrofe”

Pubblicato il 01 Aprile 2019 da redazione

Il 3 aprile 2019, alle ore 15.00, si terrà nell’Aula Marmi di Palazzo Cybo Malaspina l’incontro con Valerio Mattioli, co-curatore della collana Not (NERO on theory), edita da NERO. Intitolata “Not. Essere la catastrofe”, la conferenza intende presentare le linee editoriali su cui si muove una serie di libri che, inaugurata poco più di un anno fa con la traduzione italiana di Realismo Capitalista di Mark Fisher, ha già inciso significativamente sul panorama editoriale italiano.

Una nuova era oscura incombe su di noi. Mentre assistiamo al crollo dell'egemonia neoliberale e il tardocapitalismo esala i suoi ultimi rantoli, a profilarsi all'orizzonte è un medioevo digitale in cui si mescolano forme di feudalesimo tecnocratico, rigurgiti identitari e risentimento globale. Su tutto, aleggia la minaccia della crisi ambientale e lo spettro dell'estinzione di massa. Come raccontare la catastrofe in corso? E di quali strumenti disponiamo, in termini di immaginario e narrazioni, affinché sia ancora possibile evitarla? Sono le domande da cui parte Not, la collana delle edizioni NERO dedicata alla teoria e al pensiero contemporaneo, nella costante tensione tra impulsi apocalittici e rilancio dell'utopia.

Valerio Mattioli, editor per NERO, è tra i curatori della collana Not. Ha scritto Superonda – Storia segreta della musica italiana (Baldini & Castoldi 2016). Il suo prossimo libro, intitolato Remoria, uscirà per minimum fax a settembre 2019.

L’incontro costituisce il secondo appuntamento del progetto “Cloud Workers”, un breve ciclo di incontri con autori, artisti e curatori che stanno dando, con la loro pratica artistica, attività editoriale o professionale, un contributo significativo allo sviluppo delle culture e delle arti digitali. Il ciclo è organizzato dalla Scuola di Nuove Tecnologie dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Carrara, e fa parte delle delle celebrazioni per il 250° anniversario della fondazione dell’Accademia di Belle arti di Carrara.

Immagine coordinata e artwork di Rebecca Nerini.