pippo array(0) { }
Top

Cerchi qualcosa di specifico? fai una ricerca nel sito usando il box ricerca qua sotto

Il restauro di un Mistero

Dalla storiografia alla pratica scenica
Il restauro di un Mistero

Pubblicato il 21 Aprile 2018 da mariachiara

L'Accademia invita al nono appuntamento de I racconti dell’arte, che si terrà martedì 24 aprile alle ore 15 in Aula marmi per la conferenza di Mara Nerbano su Restauro di un Mistero: l’allestimento del "Mistero della Natività Passione e Resurrezione” di Silvio D’AmicoIntrodurrà Simonetta Baldini.

Suggestioni giottesche nella rinascita del dramma sacro: dalla storiografia alla pratica scenica.

La riscoperta della più antica drammaturgia in volgare, tra la fine del secolo XIX e il principio del secolo XX, porta al centro della riflessione storiografica la questione “origini” del teatro italiano, cui si affianca presto un altro tema, destinato a lunga fortuna: quello delle interrelazioni tra iconografia pittorica e prassi rappresentative. Le arti figurative divengono così, nell’opinione degli studiosi, la memoria persistente dell’effimero teatrale. Questa concezione si riverbera anche su operazioni di “restauro” del dramma sacro, quale quella proposta dagli allievi dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica nell’ambito delle Celebrazioni Giottesche di Padova (1937) con la messa in scena del Mistero della Natività, Passione e Resurrezione di Nostro Signore, su copione elaborato da Silvio d’Amico a partire da laude dei secoli XIII-XIV, per la regia di Tatiana Pavlova e scene di Virgilio Marchi: un architetto-scenografo ispiratosi spesso alla grande tradizione artistica italiana e che, per questo spettacolo, concepì un apparato ricalcato esplicitamente sulle ambientazioni del ciclo decorativo della Cappella degli Scrovegni.

 

E' gradita la vostra presenza.