Storia dell'Arte Contemporanea 1

Programma corso prof. Simongini:

Corso generale: Dall'Impressionismo all'Informale tra razionalità e inconscio, storia e filosofia.
La parte generale del corso è dedicata al periodo compreso tra il l'Impressionismo e l'Informale, con particolare attenzione alla relazione tra la storia della filosofia e la storia dell'arte.

Corso monografico: La storia dell'arte: un'indagine stilistica
Il corso di Storia dell'arte è dedicato alla questione dello stile così come si configura all'interno di un possibile dialogo tra la storia dell'arte, la filosofia e le recenti ricerche dei visual studies. Non è un caso d'altronde, se la disciplina che si insegna nelle Accademie di Belle Arti sia definita nelle declaratorie ministeriali con la titolarità di Stile, storia dell'arte e del costume. Le problematiche relative all'arte proposte da Kant e Hegel, dalla filosofia analitica e dai visual studies possono suggerire riflessioni importanti ai fini della discussione attorno allo stile soprattutto in un periodo storico compreso tra il Romanticismo e il Surrealismo, in cui l'arte cambia profondamente la propria natura.

Maggiori informazioni nell'Allegato


 

Programma corso prof. Barreca

Il programma di Storia dell’Arte ha come obiettivo la conoscenza delle principali correnti storico-artistiche dal XX al XXI secolo, con riferimento alla complessità dei rapporti tra arte, scienza e tecnologia. In particolare il corsp intende offrire agli studenti un’ampia analisi dei principali movimenti, artisti e opere che hanno caratterizzato l’evoluzione dell’arte in rapporto alla scienza e all’innovazione tecnologica. Il modulo affronta l’evoluzione storico-artistica a partire dall’Impressionismo, all’Art Nouveau, il De Stijl, fino ai movimenti artistici delle Avanguardie storiche del primo Novecento (Cubismo, Astrattismo, Futurismo, Dadaismo, Surrealismo). Per ogni periodo saranno presi in esame argomenti monografici su alcuni dei protagonisti delle Avanguardie e sarà data lettura dei principali manifesti artistici. Sarà in particolare affrontato lo studio della vicenda della Bauhaus, in relazione al rapporto tra arte, industria e design, con la nascita del cinema d’avanguardia, a cui sarà affiancata la visione dei film d’artista (George Meliès, Man Ray, Francis Picabia, Marcel Duchamp,) e ancora prima con le sperimentazioni fotografiche di fine Ottocento (i fratelli Lumière, Etienne-Jules Marey, Edweard Muybridge, Dziga Vertov, Sergej Ėjzenštejn).
Dal Secondo Dopoguerra in poi saranno affrontate le principali tendenze artistiche e i movimenti italiani e internazionali che hanno partecipato al rinnovamento dei linguaggi e della cultura visiva nel secondo Novecento: Arte Concettuale, Land Art, Pop Art, Minimal Art, Videoarte, Performance Art, Arte Cinetica fino alle più recenti espressioni artistiche contemporanee dei giorni d’oggi.

 

Maggiori informazioni nell'allegato


Informazioni
Allegati