Teorie e tecniche dell'interazione

Teorie e tecniche dell'interazione

A partire dalla metà degli anni Novanta, l'arte contemporanea e la media art hanno preso progressiva coscienza dell'ingresso della forma videoludica tra i linguaggi della contemporaneità e del suo crescente impatto sulla cultura del nostro tempo. Se inizialmente l'arte si è relazionata al videogioco soprattutto in termini di appropriazione pop (si pensi ai video e alle stampe “after videogames” di Miltos Manetas, o a lavori di montaggio come She Puppet di Peggy Ahwesh), negli anni successivi le possibilità si sono progressivamente ampliate grazie all'intersezione delle pratiche artistiche con le forme dell'hacking, le pratiche della scena demo e del retrogaming; il rilascio di sofware per la manipolazione dei videogiochi commerciali e di strumenti open source per lo sviluppo di nuovi giochi; la nascita dell'online gaming e dei mondi virtuali.
Il corso di Teorie e tecniche dell'interazione seguirà questi sviluppi nel loro sviluppo diacronico e nella loro ricca fenomenologia, alternando momenti di lezione teorica con altri di pratica laboratoriale in cui gli studenti saranno invitati a sperimentare con le pratiche illustrate a lezione.

 

 Scarica la dispensa del corso (PDF)

 

Immagine: Eddo Stern, Darkgame 3, 2009 – 2013. Immagine courtesy l'artista

Informazioni
Allegati