Gilberto Pellizzola

Ferrara, 1957. Laureato in Lettere Moderne, ha insegnato Storia dell’arte nei Licei e all’Istituto d’Arte. Ha progettato e coordinato Corsi di Formazione Professionale artistico-artigianali post- diploma.

Ha collaborato alle riviste d’arte contemporanea “Flash Art”, “Tema Celeste”, “Juliet”, “Titolo”, “Terzoocchio” e organizzato mostre in gallerie private e spazi pubblici, con diversi testi critici pubblicati.

Ha partecipato come critico e curatore alle attività del Centro Video Arte e dei Civici Musei d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara.

Consulente e collaboratore per l’Assessorato Cultura di Ferrara, per GAI (Associazione per il Circuito Giovani Artisti Italiani) e GAER (Giovani Artisti Emilia Romagna). Partecipa come progettista, curatore artistico e docente alle attività di formazione avanzata nel progetto aperto Il Mestiere delle Arti, attivato dal Comune di Ferrara con diversi partner istituzionali (dal 2007).

Ha pubblicato un contributo storico-artistico per il volume Le arti multimediali digitali (Garzanti, Milano 2004).

Ha curato nel 2013 il progetto espositivo Pentagona, Comune di Ferrara e Università di Ferrara, e la mostra Wunderkammer nel quadro di Open Day 2015, Accademia di Belle Arti di Carrara. E' docente titolare di Storia dell'Arte Contemporanea all'Accademia di Belle Arti di Carrara dal 2000.