pippo array(0) { }
Top
Celebrazione dei 250 anni dalla Fondazione

Cerchi qualcosa di specifico? fai una ricerca nel sito usando il box ricerca qua sotto

Sopra le conoscenze degli antichi: il rinoceronte di Durer

Lunedì 13 maggio alle 11.00 l'intervento di Massimo Bertozzi
Sopra le conoscenze degli antichi: il rinoceronte di Durer

Pubblicato il 10 Maggio 2019 da redazione

Lunedì 13 maggio alle ore 11.00, nell'Aula Marmi di Palazzo Cybo Malaspina, si svolgerà l'incontro con lo storico dell'arte e curatore Massimo Bertozzi, introdotto da Pier Giorgio Balocchi. Bertozzi ripercorrerà la vicenda di Ulisse, il il rinoceronte di Dürer, esplorando la tradizione dell'ekphrasis, la descrizione verbale di un'opera d'arte visiva. La conferenza è parte dei Racconti dell'Arte, il ciclo di incontri e proiezioni con artisti, autori, curatori e personalità della cultura, che si fa particolarmente ricco e denso nel 2019 nell'ambito delle celebrazioni per il 250° anniversario della fondazione dell’Accademia di Belle arti di Carrara. Qui il calendario completo.

«Le sfortunate vicende di Ulisse, un rinoceronte indiano che dall’estremo oriente fu portato a scoprire l’Europa, con l’unica ricompensa di essere ritratto da Dürer, per dimostrare che Plinio il Vecchio aveva ragione quando scrive la storia della natura ai tempi antichi, ma anche quando descrive le sculture greche che ha visto razziare e copiare a Roma e quando rimemora artisti di cui altrimenti non avremmo mai saputo nulla. E così per il Viaggio in Grecia di Pausania il Periegeta o per le Descrizioni di opere d’arte di Luciano di Samosata, e in generale per gli scrittori antichi, che certamente erano, come pensava Leopardi, grandi frequentatori dell’errore e del pressappoco, ma alla fine si rivelano comunque “sapienti per molte ragioni”, non ultima quella di guardare il mondo così com’è e non come ci si immagina dovrebbe essere, se solo fossimo stati lì noi a dare due consigli al Padreterno al momento giusto.»

Critico e storico dell’arte, Massimo Bertozzi è stato per oltre venti anni curatore degli spazi espositivi del Palazzo Ducale di Massa, attivando una stretta collaborazione con il Museo Ermitage di San Pietroburgo, che gli ha consentito l’allestimento di mostre di grande rilievo scientifico come: I Marmi degli Zar, Omaggio al Nuovo Ermitage, Sotto il Cielo di Roma, La lanterna della Pittura, La Collezione Farsetti del Museo Ermitage;  e di organizzare nelle sale del Palazzo d’Inverno rassegne di scultura contemporanea, come Scultura Lingua Viva e Giuliano Vangi Scultore. Per la città di Massa ha altresì ideato e curato la realizzazione di numerosi spazi urbani, in collaborazione con gli scultori.

Nel 2015 ha curato l’allestimento del Museo Guadagnucci alla Villa della Rinchiostra di Massa, dove dal 2016 ricopre l’incarico di Direttore.  Dal 2015 è altresì curatore degli spazi espositivi di Palazzo Cucchiari a Carrara, dove, per conto della Fondazione Giorgio Conti ha allestito mostre di interesse storico come: Canova e i Maestri del marmo (2015); Vedute del Gran Tour dal Museo Ermitage e paesaggi apuani da collezioni italiane (2016) e Colori e forme del lavoro: da Fattori, Lega e Signorini a Balla e Boccioni (2018).