pippo array(0) { }
Top

Cerchi qualcosa di specifico? fai una ricerca nel sito usando il box ricerca qua sotto

Baluardo d’Inverno 2019. I primi appuntamenti

Il sole sulla pelle di Massimo Bondielli e Abracadabra di Pablo Berger
Baluardo d’Inverno 2019. I primi appuntamenti

Pubblicato il 18 Gennaio 2019 da redazione

E’ iniziata lunedì 14 gennaio, con Il sole sulla pelle del regista massese Massimo Bondielli, la rassegna competitiva “Baluardo d’inverno 2019” (@cinemabaluardo per seguire gli appuntamenti) che quest’anno ha come tema il baluardo nel mondo. Sarà un giro del mondo cinematografico in (circa) 80 giorni che vedrà proiettati, nella sala del Cinema Garibaldi di Carrara, 12 film da tutto il mondo, con l’Italia a fare da punto di partenza e di arrivo.

Il docu-film di Bondielli tratta dell’incidente che, 10 anni fa, ha coinvolto la stazione di Viareggio e le case adiacenti. I protagonisti della pellicola sono Marco Piagentini, sopravvissuto all’incendio che ha colpito la sua abitazione, e tutte le persone che, come lui, chiedono giustizia su quanto avvenuto. Il tema, per quanto delicato possa essere, è stato trattato da Bondielli con un’incredibile sensibilità. Non c’è solo il dolore della perdita che accomuna familiari, amici e parenti delle vittime; ma anche l’unione, l’amicizia e la motivazione che nascono nella sofferenza e che muovono queste persone nella loro lenta e costante ricerca della giustizia, organizzando raduni, marce e sagre per non far dimenticare quello che è successo.

Per chi se lo fosse perso, il film verrà proiettato sabato 19 gennaio alle ore 20.10 nella sala del cinema Moderno di Sarzana. È un film da vedere, non tanto per l’aspetto cinematografico, quanto per il contenuto. Quella di Viareggio è solo una pagina del libro nero delle tragedie che ciclicamente affliggono il nostro paese - dalla diga del Vajont al recente crollo del Ponte Morandi di Genova.

Per tutti gli altri, l’appuntamento è lunedì 21 gennaio, al cinema Garibaldi, dove lasceremo il Bel Paese per atterrare in Spagna con Abracadabra, la grottesca commedia di Pablo Berger. Il film racconta la storia di Carmen e Carlos: lei casalinga, lui tifoso del Real Madrid. In seguito ad un numero di ipnosi che Pepe, cugino di Carmen, compie su Carlos, qualcosa nel rapporto dei coniugi cambia e l’uomo, da ultras sfegatato, si allontanerà dal calcio per aiutare la moglie con le faccende domestiche…

Ricordiamo che, come già l’anno scorso, i 12 film della rassegna saranno valutati da una giuria composta da studenti dell’Accademia di Belle Arti di Carrara. Quest’anno saranno Emilio Amorfini, Maureugenio Bergamini, Micol Ciacci, Micaela Ness Epifani, Nicolò Forcieri, Daniela Fruzza, Luca Giacomelli, Ariele Giari, Matteo Marchi e Manuel Mercurio ad assegnare il “Premio Belle Arti” al miglior film in concorso, mentre il pubblico in sala potrà esprimere il proprio voto che andrà a decretare il “Premio del Pubblico”.

Nicolò Forcieri