Scuola di Nuove tecnologie dell'arte

A partire dagli anni Sessanta, l’arte dei nuovi media digitali si è gradualmente imposta come un contesto di sperimentazione multidisciplinare, costruendosi uno spazio autonomo a cavallo tra il mondo dell’arte contemporanea e quello delle cosiddette “industrie creative”. Con l’esplosione di internet e delle tecnologie di consumo negli anni Novanta, e l’ingresso definitivo del mondo globalizzato nell’era dell’informazione, l’arte dei nuovi media ha definitivamente rivelato la sua attualità, catalizzando l’attenzione delle principali istituzioni nel campo dell’arte, della scienza e della ricerca.

Studiare Nuove Tecnologie dell’Arte vuol dire, oggi, dotarsi degli strumenti culturali e tecnici per comprendere, indagare, manipolare, criticare e trasformare i linguaggi e le pratiche che stanno plasmando la nostra epoca a tutti i livelli della struttura sociale: strumenti che possono essere volti tanto alla pratica artistica, quanto alla pratica professionale in ambiti come l’industria dei media, la fotografia e il videomaking, la progettazione di software e di pagine web, i videogiochi, la realtà virtuale e aumentata.

Nata nel 1999, la Scuola di Nuove Tecnologie dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti di Carrara ha l’obiettivo di formare un artista capace di proporre soluzioni innovative e originali nel settore delle arti multimediali digitali e di gestire il processo di sviluppo di un progetto nei diversi settori artistici e professionali. Lungo il percorso di studi, gli studenti sono accompagnati in un percorso di ricerca che si muove tra i linguaggi dell’arte contemporanea, l’arte dei nuovi media, le discipline della comunicazione, l’analisi dei processi comunicativi, la progettazione multimediale, le culture digitali, i sistemi interattivi, i linguaggi audiovisivi. Le aree operative meglio rappresentate sono quelle della fotografia, del video e della videoinstallazione; il Sound Design e la progettazione di spazi sonori; il Web Design e le installazioni interattive; la modellazione e l’animazione 3D.

Le aule sono tutte attrezzate con videoproiettori e i computer sono collegabili in rete sia fissa che wi-fi. Gli studenti possono disporre in aula del proprio portatile per lo sviluppo dei progetti. Fra gli spazi e le strumentazioni a disposizione degli studenti ricordiamo: un’aula attrezzata per le riprese video e fotografiche; uno spazio polivalente per lo studio e l'incontro; un’aula attrezzata con stampanti e scanner 3D; un’aula predisposta per il lavoro sul suono; una piccola biblioteca interna specializzata nelle arti multimediali.

Il percorso didattico si articola in un Corso di Primo Livello in Arti Multimediali, un Corso di Secondo Livello in Net art e culture digitali e un Corso di Secondo Livello in Cinema, Fotografia e Audiovisivi.


Corso di Primo Livello in Arti Multimediali

 

Il Corso di Primo Livello in Arti Multimediali si articola in un percorso triennale che intende offrire agli studenti le basi culturali e operative per muoversi consapevolmente in un contesto multimediale: a livello operativo, il corso offre competenze avanzate di produzione e postproduzione dell’immagine, ripresa e montaggio video, progettazione e manipolazione del suono, programmazione e progettazione delle interfacce, sviluppo di progetti multimediali, modellazione 3D.


Corso di Secondo Livello in Net art e culture digitali


Il biennio specialistico in Net Art e Culture Digitali si articola in un percorso biennale che intende assecondare i profili individuali degli studenti e accompagnarli nello sviluppo di un progetto complesso e compiuto. Lungo il percorso di studi, gli studenti sono accompagnati in una ricerca che si snoda tra i linguaggi dell’arte contemporanea, l’arte dei nuovi media, le discipline della comunicazione, affiancando le pratiche della fotografia, del video e della videoinstallazione; della programmazione, del suono, della progettazione del web e degli spazi virtuali; dell’installazione multimediale e della modellazione e animazione 3D.

Il biennio specialistico in Net Art e Culture Digitali forma figure professionali competenti e specializzate nel partecipare alla progettazione e creazione di progetti multimediali complessi, all’insegna della collaborazione intermediale e multidisciplinare. Oltre che nella pratica artistica, le competenze qui acquisite possono essere riversate in diversi ambiti disciplinari e in diverse pratiche professionali: agenzie di comunicazione, Web Design, Visual Design, Exhibition Design, Interaction Design, studi fotografici e di produzione video, team di sviluppo di videogiochi e applicazioni.


Corso di Secondo Livello in Cinema, Fotografia e Audiovisivi


Il Corso di Secondo Livello in Cinema, Fotografia e Audiovisivi da seguito a una forte impostazione verso la produzione audiovisiva già presente nel triennio di Arti Multimediali, andando incontro a una crescente esigenza di specializzazione espressa dagli studenti dell’attuale scuola di Nuove Tecnologie dell’Arte.

Il corso di Cinema, fotografia e audiovisivi si fonda su un piano di studi suddiviso tra discipline teoriche, in particolar modo dedicate all’analisi delle immagini e alla storia dell’immagine in movimento, e laboratori pratici, dove si progettano e si realizzano prodotti audiovisivi e cinematografici (dall'allestimento del set alla direzione della fotografia, dalle riprese alla post-produzione). Al termine del biennio, gli studenti saranno in grado di scrivere una sceneggiatura, di girare, montare e produrre un cortometraggio per il cinema, di realizzare audiovisivi per il web e la televisione, servizi fotografici e video per il mondo del giornalismo, della moda, della pubblicità e dell’arte. I diplomati del Biennio di Cinema, fotografia e audiovisivi potranno svolgere attività professionale in ambiti come cinema, spettacolo, televisione, web, pubblicità, moda e arte.

Il peculiare approccio di questo biennio nasce dalla consapevolezza che, se da un lato il cinema classico resta una lezione imprescindibile per chiunque voglia produrre immagini in movimento, dall’altro la digitalizzazione della produzione e della distribuzione, l’avvento del post-cinema e delle piattaforme online, la comunicazione social e i cambiamenti produttivi introdotti dall’automazione e dall’intelligenza artificiale rendono necessarie figure professionali dinamiche, flessibili, multidisciplinari, culturalmente aperte, proiettate verso il futuro e capaci di muoversi tra piattaforme e contesti produttivi e distributivi differenti. La peculiarità del corso consiste proprio nel creare competenze trasversali ai differenti linguaggi contemporanei per consentire maggiori possibilità d’inserimento nel mondo del lavoro.

 

Iscriviti!

Informazioni Generali
Piani di studio